Ravera: L'IRONMAN che non ti aspetti

IL MIO ELBAMAN

 

Che dire, tutto ebbe inizio giovedì 11/06/2015...

Arrivo all’ingresso della piscina ed incontro Ricky e Miguel che si complimentano per il mezzo di Rapperswill appena portato a termine, poi Ricky mi dice:

"il mezzo è andato… hai già pensato all’ IRON?hai visto qualche gara che ti piacerebbe?"

Io glisso un po’ imbarazzato con in mente ancora le fatiche del mio primo mezzo di domenica, ma in realtà appena superato l’arrivo il pensiero della distanza piena aveva iniziato a tormentarmi…

Passano i 2 mesi successivi accompagnati da allenamenti sempre più lunghi, il mio fisico rispondeva bene ed avevo finalmente trovato la risposta alle mie domande…ELBAMAN

Quando sullo schermo del mio PC appare la scritta “ISCRIZIONE ELBAMAN CONFERMATA!” mi prende un nodo alla gola, lo stomaco mi si chiude, arriva il batticuore, per ultimo una leggera ansia mista euforia e mi chiedo:

NO, MA L’HO FATTO VERAMENTE???.

L’ultimo mese e mezzo passa sereno tra allenamenti, lavoro e ferie ed in un attimo mi ritrovo in un monolocale con vista zona cambio a fare colazione con spaghetti sommersi di parmigiano al buio per non svegliare mia moglie Elena e la sua amica Silvia…le mie SUPPORTER…

7:00 il sole si intravede sulla fantastica spiaggia che si affaccia sulla baia di Marina di Campo, le boe iniziano ad intravedersi in lontananza, muta, cuffia, occhialini e chip indossati, l’indice dx preme lo start del mio garmin…PARTITI!

Nuoto sciolto, con tranquillità, senza strafare, prendo un po’ di spintoni e gomitate in faccia da qualcuno che ha più fretta di me, ed in un attimo mi ritrovo a correre sulla spiaggia, primo giro andato…

Mi rituffo in acqua, riprendo il mio ritmo, sul finale sorpasso anche una decina di persone e corro in zona cambio…

Con una mano spingo la bici dal sellino, con l’altra saluto le mie supporter che mi incitano e via verso S.Ilario…la tattica di gara è sempre la stessa, non esagerare...

Nonostante un leggero fastidio muscolare alla gamba sx il primo giro da 60km passa veloce, anche grazie a panorami stupendi..nel secondo la musica cambia…il fastidio diventa dolore, non riesco ad alzarmi sui pedali, mio malgrado rallento ulteriormente il passo…nell’ultima salita mi viene anche un po’ di sconforto ma anche il secondo giro è archiviato…il terzo giro va un po’ meglio, lo faccio tutto insieme a Pietro, decidiamo di proseguire insieme e ridendo e scherzando il conta km segna finalmente 180km e circa 3000m di dsl…mi scendono addiritture delle lacrime di felicità…

Guardiamo la zona cambio, mancheranno solo più una quindicina di biciclette…ridiamo, posiamo la bici, si incomincia a correre… non pensavo ma le gambe sembra che abbiano retto bene…saluto le mie supporter che con il loro tifo mi danno la carica giusta…

Partiamo senza forzare il passo, ci fermiamo ad ogni ristoro, beviamo, mangiamo un po’ di fettine di arance, una decina di passi a piedi e poi si riparte!

Io ed il mio nuovo compagno di avventura decidiamo di correre insieme i primi 21km e poi breafing!

Pietro fa gli ultratrail…lo alluviono di domande…

Al breafing decidiamo di proseguire insieme finche ce la facciamo e poi ognuno per la sua strada…

Finiamo il 4° giro da 7 km, sono circa le 19:30, il tramonto è arrivato, scende la temperatura, c’è vento, inizio ad avere freddo…

Decido di proseguire da solo andando più veloce per patire meno il freddo…

Ce la faccio a tenere il passo…un altro giro è andato!

Dopo pochi minuti sento Elena che mi chiama…le grido “ultimo giro! Arrivo!!!”

Durante gli ultimi 7 km ringrazio tutti i volontari dei ristori e gli spettatori a bordo strada che nonostante il buio erano ancora li ad incitare tutti i concorrenti…

Finalmente imbocco la corsia dell’arrivo, all’ultima curva vedo Elena e Silvia super esaltate che mi incitano…

Scoppio in lacrime dalla felicità, oltrepasso l’arco, mi mettono la medaglia tanto attesa al collo prima che mi renda conto che finalmente ce l’ho fatta!

Tutto avrei creduto nella mia vita, ma mai di diventare un IRONMAN!

13ore51min27sec di gara coronano una fantastica stagione di allenamenti e gare…

Ringrazio tutti quelli che sono stati partecipi consciamente o inconsciamente della mia avventura…

La mia “vecchietta” moto da enduro HONDA CRE250R che mi ha lasciato a piedi e nell’attesa dei pz di ricambio mi ha fatto venire voglia di provare con il triathlon a giugno 2014, mia moglie e la mia famiglia che mi hanno sopportato e supportato durante gli allenamenti, gli amici che chi incitandomi e chi dicendomi “ma tu sei impazzito!ma sai cosa vuol dire fare l’ironman?” mi hanno dato lo stimolo per allenarmi, i miei colleghi, i “ciclisti dalla mutua”, idea bici, gli amici enduristi del 100 torri Alba-di Bra-di Bossolasco-Fabri ed il team Johnny che mi hanno insegnato a soffrire e non mollare, ed infine gli amici del TRI TEAM SAVIGLIANO che con la loro forza, costanza, simpatia ed affiatamento, tra allenamenti-gare, un paio di birre medie, una pizza ed un super panino mi hanno fatto appassionare a questo mondo per me nuovo!