EMBRUNMAN 2015: TRI TEAM OLTRE OGNI OSTACOLO

Ferragosto ricco di emozioni per il Tri Team ad Embrun

Un evento di fama mondiale, il 32° Embrunman svoltosi dall’11 al 15 agosto, a pochi chilometri dal confine italo-francese; quattro giorni ricchi di gare legate al Triathlon, con i migliori atleti a dar battaglia in tutte le discipline. Anche una piccola rappresentanza del Tri Team Savigliano formata da Chiaffredo Bergesio, Riccardo Castelli, Luca Castelli e Paolo Piacenza ha partecipato, con tutto il sostegno dei compagni di squadra .Dopo un’intensa preparazione, i portacolori del team saviglianese sono partiti alla volta della Provenza- Alpi-Costa Azzurra, in vista della prima competizione fissata per il 14 agosto. Si tratta del “Triathlon Avenir”, gara studiata appositamente per gli atleti più giovani; Luca Castelli e Paolo Piacenza hanno gareggiato, avventurandosi per la loro prima volta in acque libere. Nella prima parte a nuoto hanno concluso entrambi in 6 minuti e 5 secondi. La sezione ciclistica ha visto Luca raggiungere la zona cambio in 12 minuti e 49 secondi, mentre Paolo ha fermato il cronometro in 13 minuti e 40. La frazione conclusiva è stata completata in 5 minuti e 9 secondi dal primo e 5 minuti e 25 dal secondo saviglianese. Nella graduatoria finale, Castelli all’81° posto (24’:04’’) e Piacenza all’ 86°(25’:10’’). Grande soddisfazione da parte dei due giovanissimi per aver portato a termine il percorso, su un palcoscenico internazionale di primo livello. Il giorno successivo, al “main event”, figuravano il presidente Bergesio e Castelli senior tra i 1300 iscritti. Triathlon completo, reso più difficile dalle condizioni atmosferiche non ottimali, ma con scenari mozzafiato. Il tracciato, mai cambiato nel corso degli anni, prevede la prima parte a nuoto al lago di Embrun sulla distanza di 3,8 km; una seconda fase ciclistica lunga 188 km, con un dislivello di circa 4000 m e in conclusione una maratona strutturata nei pressi della cittadina francese. Grande gara per Chiaffredo che si è difeso bene nella parte a nuoto, sfoggiando una prestazione maiuscola negli altri due settori. In particolare il tratto in bici, con pioggia battente e temperature molto basse, fino a 9 gradi, sul colle dell’Izoard.

Riccardo non è arrivato nella migliore condizione alla partenza. Ha comunque confermato il tempo di tre anni fa, effettuando una buona performance a nuoto: uscito dall’acqua in 1 ora e 08 minuti. Poi la sfortuna non ha aiutato “IronProf”, che ha dovuto interrompere momentaneamente la gara a causa di un guasto alla bici, prontamente risolto con l’aiuto di Michele Gugliotta, presente per sostenere i compagni. La fatica e le difficoltà non hanno fermato Castelli, specie nella maratona, interamente corsa e mai camminata, con una motivazione in più. Un grande sforzo psicofisico, con un pensiero fisso in testa, per un amico runner che sta affrontando la gara più difficile della sua vita.

La classifica finale conferma un’ottima prova per entrambi: Bergesio 265° con un tempo di 12 ore 58 minuti e 23 secondi, mentre Castelli ha concluso 426° in 13 ore 36 minuti e 18 secondi. Da sottolineare il piazzamento del presidente, il primo italiano a tagliare il traguardo, sotto le 13 ore di gara.

Dopo l’importante esperienza oltreconfine, la conclusione dell’estate sarà ancora targata Tri Team! Non resta che seguire il sito per aggiornamenti e nuove iniziative!