IRONMAN 70.3 PAIS D'AIX

Gara molto bella. Come sempre organizzazione Ironman impeccabile, lago tranquillo temperatura 18 gradi perfetto per nuotare con la muta, percorso in bici impegnativo con pochi tratti pianeggianti quindi difficile trovare un ritmo, nel finale una salita di 3 km impegnativa e piccoli saliscendi fino alla fine,la corsa a piedi sono 4 giri nel centro storico di Aix en Provence sempre saliscendi però molta ombra e tante fontane.

La mia gara: sveglia alle 4,20 colazione navetta per il lago alle 5,15 dalla zona arrivo. Partenza ultima batteria ore 8,12. Tutto il tempo per svuotarsi a dovere. Nuoto, malgrado la batteria le botte sono parecchie ma l'acqua del lago ébevibile. Tempo nuoto come già sapevo non eccezionale usciti dal lago la zona cambio éa circa 500 metri, cambio veloce e partiamo con la bici, il giorno prima ho visionato in auto gli ultimi 40 km quindi i primi km sono tutti da scoprire primi 15 contro vento poi iniziano i saliscendi cerco di mangiare ad intervalli regolari memore degli altri mezzi all'ottantesimo pausetta pipì quando la vescica mi ricorda che non sono più un giovincello. Zona T2 mollo la bici ad un volontario (speriamo di ritrovarla) panico non trovo la sacca transizione. Trovata cambio e partiamo con la corsa prima fontana bagno il cappellino e via un'occhio al cardio da non esagerare l'obbiettivo e cercare di correre senza dover camminare. Il primo giro passa, il percorso ha un paio di punti molto impegnativi importante affrontarli senza esagerare, secondo via ne restano due, inizia l'ultimo qualche crampo éin agguato ma la testa vola al traguardo, meno tre, meno due, meno uno tutti i fastidi spariscono, la mente vola già al prossimo obbiettivo. Francoforte si avvicina. Viva il triathlon, viva il Triteam

Ciaffer