Sabato 21 settembre, data da segnare sul calendario per gli appassionati della triplice, si è svolto l’“Ironman dell’Emilia Romagna” a Cervia. 3500 partenti, pubblico delle grandi occasioni e condizioni meteo ideali per lo svolgimento della gara. Ai nastri di partenza, in rappresentanza della squadra saviglianese, Roberto Baretta.

Percorso altamente spettacolare nel paesaggio romagnolo. Primi 3,8 km di nuoto a giro unico nel mare antistante la spiaggia centrale di Cervia. Dopo un breve passaggio in zona cambio, inizia la frazione di bici. 180 km in sella tra il Parco Naturale delle Saline, Forlimpopoli e colline romagnole. La discesa verso Cervia è il preambolo della maratona. Ripartita su 4 giri si divide tra Milano Marittima e l’antico centro medievale di Cervia. Infine traguardo sul lungomare ad attendere i nuovi finisher.

Tra questi anche Baretta che sfodera un’ottima prestazione concludendo la gara in 12 ore 51 minuti e 35 secondi, valevoli la medaglia Ironman. Prova di grande tenacia per il portacolori TriTeam che si è distinto in un contesto di alto livello, con star del calibro di Alex Zanardi.

A fine gara Baretta commenta così: “Un bel risultato, ottenuto con grande fatica. Ringrazio i compagni di squadra del TriTeam per i preziosi allenamenti e suggerimenti.

Non solo Emilia-Romagna ma anche una trasferta ligure per la compagine saviglianese.

A Sanremo, due importanti manifestazioni: la “Coppa delle regioni” e il “Sanremo Olympic Triathlon”. In questo caso le condizioni metereologiche hanno condizionato la gara in modo nettamente sfavorevole. Nel primo evento da segnalare la convocazione di Nicolò Guerrini come staffettista di rappresentativa, motivo di grande soddisfazione per il settore giovanile saviglianese.

Il Triathlon Olimpico ha visto invece Federica Lauria, Emanuele Marchetti e Antonio Brezzo conquistare la finish-line. Poco fortunato Andrea Romeo, costretto al ritiro dopo due forature nella frazione di bici.

I migliori complimenti a tutti gli atleti da parte della società.